10 cose da sapere

si è affetti da lipedema sin dalla nascita, ma i sintomi tipici insorgono tipicamente durante la pubertà, in gravidanza, menopausa, con l’assunzione della pillola anticoncezionale, in periodi di squilibrio o terapia ormonale.

IL TESSUTO ADIPOSO CONFERISCE ALLA FIGURA LA TIPICA DISPROPORZIONE TRA TRONCO (PIÙ MINUTO) E ARTI (INGROSSATI). NON È UN PROBLEMA DI COSTITUZIONE O DI FORMA A PERA, MA UNA condizione patologica che necessita di presa in carico medicale e terapie appropriate.
Uno dei sintomi è l’edema (generalmente non improntabile), un gonfiore bilaterale e simmetrico, che peggiora durante la giornata e non si risolve né col riposo notturno né tenendo le gambe sollevate.
Dolore e pesantezza sono in genere presenti nelle zone colpite, spontanei o in risposta a pressione, e a volte al solo sfioramento
Il grasso del lipedema è resistente a dieta, esercizio fisico e chirurgia bariatrica
Piedi e mani non sono colpiti, anche quando il peso del corpo aumenta.
è spesso presente un'estrema fragilità dei capillari con formazione di lividi al minimo urto o pressione
Il tessuto del lipedema è fibroso e sottopelle sono percepibili al tatto noduli di grasso di grandezza variabile
Spesso confuso con l'obesità, con il linfedema o con la semplice "cellulite". è una patologia progressiva a trasmissione eredo-familiare
alcuni dati epidemiologici stimano che l'11% delle donne ne sia affetto, mentre sono rarissimi i casi di pazienti uomini