Quali sono i sintomi del Lipedema?

I sintomi del Lipedema sono molteplici e non sempre facili da individuare, specialmente nella fase iniziale. Inoltre la variabilità con cui essi si presentano e la frequente commistione con patologie correlate, rende la diagnosi di lipedema particolarmente complessa. Non tutti gli specialisti sottopongono a palpazione con lo stesso grado di intensità e profondità per verificare che non siano dolorose tutte le zone potenzialmente interessate.

Il lipedema può interessare tutte le zone del corpo, ivi compreso il cuoio capelluto, ma le zone statisticamente meno interessate sono raramente sottoposte a verifica in corso di visita diagnostica.

Negli stadi iniziali si nota un aumento di volume delle zone colpite. Generalmente si tratta delle gambe, che si ingrossano entrambe in maniera simmetrica e della parte inferiore del corpo. Le pazienti riferiscono spesso di avere “le gambe gonfie” o le gambe “grosse” e notano che fianchi, gambe e natiche sono sproporzionate rispetto al resto del corpo (la vita resta generalmente sottile).

In percentuali che arrivano all’80% notano la stessa disproporzione anche sulle braccia. Ma le estremità ne sono risparmiate. Mani e piedi sono normali e spesso l’accumulo di grasso si ferma in maniera evidente al polso e alla caviglia (con il classico segno del calzino e segno di Stemmer negativo).

I sintomi del Lipedema prevedono diversi aspetti

Il “gonfiore” peggiora nel corso della giornata e con il clima caldo, provocando affaticamento. Il dolore può insorgere in tutte le fasi della malattia, anche in quelle d’esordio, spontaneo o al semplice tocco, ma non è sempre presente. Il grasso del lipedema, riconoscibile alla palpazione attraverso noduli fibrotici è caratteristico e doloroso e può crescere in qualsiasi zona del corpo fino al punto di compromettere la mobilità del paziente.

Rischi metabolici

Nei sintomi del Lipedema, alcuni segni dolorosi sono però presenti sempre e considerati distintivi anche negli stadi d’esordio (segno di Simarro, pizzico di pelle sulla parte mediale sotto l’area dell’articolazione del ginocchio, se non presente confuta la diagnosi).

L’eccesso di grasso lipedematoso può anche aumentare il rischio di sviluppare obesità e altri disordini metabolici che peggiorano il quadro clinico. In molti pazienti sono presenti ecchimosi e lividi anche spontanei, causati da una sofferenza vascolare e anche nei pazienti con graduale perdita della mobilità sono spesso presenti evidenze di ipermobilità delle giunture e disordini endocrini di varia natura.

Ti aiutiamo a riconoscere i sintomi del Lipedema

I malati di lipedema sono soli e non hanno alcuna tutela da parte delle istituzioni. Non esiste una cura per il lipedema, ma esistono vari trattamenti sintomatici che aiutano a controllarne i sintomi e la progressione. Tutti i trattamenti sono a carico del paziente, con costi spesso proibitivi che in moltissimi non possono permettersi. I malati hanno accesso a prestazioni sanitarie pubbliche solo se presentano altre patologie riconosciute in comorbidità e solo per i trattamenti che con tali patologie correlate hanno in comune.

La nostra associazione, interamente composta da malate di lipedema con il supporto di specialisti dedicati, è nata per dare forza alla voce delle pazienti, promuovere la conoscenza della malattia in ambito medico scientifico e nella popolazione. Associarsi alla Lio significa aiutare pazienti e familiari nell’affrontare le problematiche con maggiore forza e consapevolezza. Non essere soli può voler dire molto per chi soffre.

Se pensi di soffrire di lipedema, contattaci. I nostri volontari ti aiuteranno ad indirizzarti verso i medici che ci sono più vicini e che hanno sposato la nostra causa, per aiutarvi ad alleviare le vostre sofferenze.