DRY BRUSHING

Sezione in allestimento a cura di Monica Coggiola

Il Dry Brushing, cioè la spazzolatura a secco del corpo, è una pratica di origine antichissima riscoperta da pochi anni a questa parte. Questo trattamento venne utilizzato da molte civiltà storiche ( Antichi Egizi, Greci, Romani, Cinesi, Giapponesi, Scandinavi, Russi, Turchi e Nativi d’America).
Pare che già Cleopatra se ne avvalesse come rituale di bellezza.

Nel tempo, sono state apportate varianti, utilizzando spazzole di diverso tipo, forma e materiali, guanti di crine o loofah, per arrivare agli scrub e al gommage .

Con il nome di Gharshana, è una tecnica tradizionale ayurvedica di esfoliazione ed è solitamente effettuata con guanti di seta grezza.

Si tratta di una pratica consigliata da numerosi specialisti del passato e del presente:

– L’abate tedesco Sebastian Kneipp ( 1821- 1897), padre dell’idroterapia

– ll dott. Jack Soltanoff, chiropratico di Woodstock, vissuto quasi 100 anni fa

  – Il dott. Paavo Airola ( Ph. D., ND), finlandese,  esperto di medicina naturale e promotore di pratiche di risanamento e di igiene naturale. 30 anni fa usava il dry brushing a scopo medico per disintossicare e curare i suoi pazienti, in particolare quelli affetti da problemi circolatori.

– la dottoressa Melinda Beck (Naturophatic Doctor a Bellevue WA). Indica precisi gesti di “spazzolatura linfatica” che contribuiscono alla disintossicazione e alla salute del corpo, con azione rilassante sul sistema nervoso e di supporto della funzione cardiovascolare (“Dry Brushing Technique for Lymph Health with Mindy Beck”).

– La dott.ssa Tami Meraglia ( MD).  Afferma  che “La pelle assorbe le tossine e le sostanze chimiche e la spazzolatura a  secco sostiene  le capacità di disintossicazione della pelle”, a tal fine suggerisce di effettuare una spazzolatura leggera durante il lavaggio quotidiano per sostenere il sistema linfatico (https://www.drybrushingforskin.com/lymphatic-brushing/).

  • Il Alan Glen Christianson (  MD, endocrinologo e naturopata ) .  Sostiene che il dry brushing, effettuato quotidianamente prima della doccia o del bagno e seguito dall’utilizzo di una buona lozione idratante, non migliora solo la pelle, ma ha effetti molto più profondi, può migliorare gli scambi metabolici, ridurre lo stress e contribuire al risanamento delle ghiandole surrenali. Attraverso la spazzolatura della pelle è possibile agire sul sistema neurovegetativo con effetto calmante e rilassante e, di conseguenza, influire sulle ghiandole surrenali per via nervosa, con indubbi vantaggi in termini di regolazione del cortisolo (migliore qualità del sonno, più facile raggiungimento del peso forma, maggior livello di energia) ed assimilazione della vitamina D.

La spazzolatura a secco induce l’asportazione meccanica delle cellule morte e delle tossine, la stimolazione dei meccanorecettori, l’effetto simpaticolitico, una leggera stimolazione del Sistema Vascolare Linfatico e del microcircolo, attiva l’eliminazione di ristagni e tossine, ossigena il corpo e prepara la pelle alla miglior penetrazione di principi attivi, che potranno essere utilizzati successivamente.

Più che di controindicazioni, si può parlare di precauzioni: Il dry brushing non va effettuato su aree cutanee dove la cute è arrossata, irritata o lesa ed in presenza di tagli, ferite, croste o in caso di pelle estremamente sensibile; inoltre si eviterà nelle aree affette da eczema. La spazzola usata per il corpo non è indicata per il viso e per zone ove la pelle è particolarmente delicata e sottile, qui la spazzolatura a secco potrà essere effettuata utilizzando una pressione più leggera ed una spazzola con setole morbide per evitare abrasioni ed irritazioni.

DISCLAIMER

Lio Lipedema Italia Onlus is grateful to all valuable websites and lipedema sufferers’ associations for all the precious materials which are generously provided in their social channels to the benefit of all lipedema community worldwide. Please consider visiting their websites for more info.